Ora in Tableau 2022.1 sono disponibili l'Ottimizzatore delle cartelle di lavoro, l'Elaboratore di frasi di Chiedilo ai dati, funzionalità avanzate per le aziende e altro ancora

È arrivata la nostra nuova release! Tableau 2022.1 offre nuove funzionalità per aiutarti ad analizzare i dati e gestire la piattaforma con più efficienza e a scalare l'analisi nell'intera organizzazione, per consentire a tutti di prendere decisioni migliori con i dati.

Puoi esplorare l'elenco completo delle nuove funzionalità, ma ora vediamo quelle principali:

  • Il nuovo Ottimizzatore delle cartelle di lavoro mostra le principali caratteristiche di design e le valuta in base alle best practice, offrendo agli autori linee guida concrete su come migliorare le prestazioni delle cartelle di lavoro.
  • Abbiamo riprogettato l'esperienza di ricerca di Tableau per renderla più veloce e facile da usare. 
  • I miglioramenti di Chiedilo ai dati introducono un'esperienza guidata ibrida in cui basta puntare e fare clic, che abbassa la soglia delle competenze necessarie per ricavare dai dati le informazioni desiderate.
  • Le linee guida per la distribuzione aziendale aiutano a implementare l'architettura di riferimento di Tableau Server adottando le pratiche standard di settore per una topologia a più livelli nelle sottoreti.
  • I limiti per le risorse di Gestione componenti in background in Tableau Server Management consentono di gestire meglio le risorse del server e la coda dei processi.

Passa a Tableau 2022.1 per approfittare di tutte le nuove funzionalità e di altri vantaggi.

Vediamo nei dettagli cosa offre questa versione.

 

Progetta cartelle di lavoro più efficienti con l'Ottimizzatore delle cartelle di lavoro

 

Le prestazioni di ogni cartella di lavoro di Tableau hanno un ruolo essenziale sia per i singoli utenti sia a livello di organizzazione. Avere a che fare con una dashboard che si carica lentamente può essere frustrante e può creare una percezione negativa del tuo programma di analisi. Per non parlare del potenziale impatto sulle prestazioni generali del sistema.

L'Ottimizzatore delle cartelle di lavoro mostra le principali caratteristiche di design e le valuta in base alle best practice descritte nel nostro whitepaper Progettare cartelle di lavoro efficienti. La pagina dei risultati mostra un elenco di linee guida pratiche ordinato per priorità, per far comprendere agli autori come il design delle cartelle di lavoro influenzi le prestazioni.

Abbiamo applicato competenze approfondite e i nostri anni di esperienza nella creazione di dashboard di Tableau nell'Ottimizzatore delle cartelle di lavoro, con sette categorie di best practice segnalate dai clienti, dai leader della community di Tableau e da esperti interni, per metterti a disposizione tutte le conoscenze della community di Tableau senza dover lasciare la piattaforma. Puoi pubblicare le cartelle di lavoro con la certezza che i destinatari ricaveranno i massimi risultati dalle tue informazioni.

Nell'esempio qui di seguito si chiede all'autore di eseguire un'azione nascondendo i campi non utilizzati. Il numero di fogli della cartella di lavoro visibili e un calcolo molto lungo vengono contrassegnati come elementi da controllare. Grazie all'Ottimizzatore delle cartelle di lavoro gli autori di contenuti possono aiutare tutti, nell'organizzazione, a prendere decisioni migliori più rapidamente con cartelle di lavoro ottimizzate.

GIF animata che mostra l'interfaccia dell'Ottimizzatore delle cartelle di lavoro di Tableau, in cui all'autore della cartella di lavoro viene chiesto di eseguire un'azione per nascondere i campi inutilizzati; esamina anche un suggerimento contrassegnato come "needs review" (da controllare) in cui il sistema visualizza un avviso indicante che un calcolo usa diverse origini dati. Infine, l'utente esamina un elenco di 10 elementi che seguono le best practice.

 

Trova più velocemente i contenuti con la nuova esperienza di ricerca

 

Mettere a disposizione delle persone i dati rilevanti è una priorità assoluta per le organizzazioni basate sui dati, ma con tanti dati, tanti utenti e tanti casi d'uso in tutta l'azienda può rivelarsi impegnativo e addirittura rappresentare un ostacolo al successo delle iniziative di analisi.

La nuova esperienza di ricerca di Tableau è completamente ridisegnata per offrirti velocità, facilità d'uso e per aiutarti a trovare subito i contenuti che cerchi. La pagina dei risultati mostra i contenuti desiderati più in alto, classificandoli in base a età, popolarità e altri criteri qualitativi, e include contenuti di tutte le tipologie. I risultati sono presentati in base alla modalità di visualizzazione migliore, con le origini dati sotto forma di elenco e i contenuti visivi come griglia. La nuova esperienza di ricerca è alimentata da un algoritmo di rilevanza che corregge problemi comuni come refusi, errori di spaziatura e di punteggiatura, sfruttando stemming e corrispondenze parziali.

GIF animata che mostra l'esperienza rinnovata di Tableau in cui la ricerca di un utente relativa alle vendite dei superstore ("superstore sales") restituisce contenuti raggruppati per viste, metriche, cartelle di lavoro, lenti di Chiedilo ai dati e origini dati, il tutto con anteprime.

 

Poni le domande giuste con l'Elaboratore di frasi di Chiedilo ai dati

 

Uno dei motivi per cui i business user hanno difficoltà con i dati è che spesso non sanno come tradurre le domande aziendali in operazioni analitiche. Inoltre, l'utente potrebbe non sapere quali operazioni sono supportate dal sistema oppure come funziona.

I miglioramenti apportati a Chiedilo ai dati, la nostra esperienza di linguaggio naturale disponibile per ogni utente di Tableau, rendono ancora più facile l'interazione con i dati nella versione 2022.1. Grazie all'introduzione di un'esperienza guidata ibrida in cui è sufficiente selezionare e fare clic per porre domande di analisi, l'Elaboratore di frasi di Chiedilo ai dati richiede un livello di familiarità con l'analisi sempre più basso per ottenere le informazioni approfondite desiderate, in particolare per i dati poco adatti al linguaggio naturale o quando l'utente non ha un'intenzione ben precisa. Provare la nuova esperienza guidata è facilissimo: basta fare clic sul pulsante +Aggiungi campo!

GIF animata dell'interfaccia in linguaggio naturale di Chiedilo ai dati di Tableau in cui un utente seleziona i campi "Sales" (Vendite), "State" (Stato) e "Furniture" (Mobili) in "Category" (Categoria) come filtro e nella visualizzazione risultante viene mostrata una mappa della somma delle vendite di mobili nei diversi stati.

 

Ottimizza Tableau Server nelle sottoreti con le linee guida per la distribuzione aziendale

 

Per aiutare gli enterprise architect a soddisfare requisiti tecnologici specifici e unici siamo felicissimi di presentare le linee guida per la distribuzione aziendale: una guida all'implementazione per la distribuzione dell'architettura di riferimento.

A partire dalla versione di Tableau Server 2021.2.3 l'architettura di riferimento ha una topologia a più livelli che consente ai team IT di distribuire Tableau con un approccio standard di settore per quanto riguarda disponibilità, prestazioni, sicurezza, conformità e scalabilità. Ogni livello di funzionalità delle applicazioni sul server è vincolato e protetto da sottoreti ad accesso controllato con linee guida per l'accesso protetto per gli amministratori, l'integrazione tramite proxy (nel browser, con Tableau Online e Tableau Desktop) e l'applicazione del plugin AuthN.

Coerentemente con l'impegno di Tableau nei confronti delle possibilità di scelta e della flessibilità, l'architettura di riferimento è indipendente dalla tecnologia, per proteggere, espandere e gestire facilmente i livelli nelle sottoreti sia a livello locale che sul cloud, con macchine virtuali o contenitori. Ulteriori informazioni nella Guida di Tableau: Guida introduttiva alla distribuzione aziendale di Tableau Server.

Un diagramma dell'architettura di una distribuzione aziendale di Tableau in cui la sottorete del livello del web, quella del livello delle applicazioni e quella del livello dei dati sono separate da firewall.

 

Limiti per le risorse dei processi di Gestione componenti in background

 

Per i team IT sarà più facile ottimizzare le prestazioni di Tableau Server definendo e gestendo i limiti delle risorse hardware. A partire dalla versione 2022.1 si possono definire dei limiti per il numero di processi di Gestione componenti in background eseguibili contemporaneamente in un sito. È anche possibile specificare per quante ore giornaliere un sito può eseguire processi di Gestione componenti in background.

I limiti predefiniti sono applicabili a tutti i siti, ma è anche possibile fissare dei limiti personalizzati per ogni sito, per gestire le risorse di Gestione componenti in background tenendo conto dei requisiti specifici di ciascun sito.

Interfaccia di Tableau Server Management che mostra la scheda in cui si gestiscono i limiti per la Gestione componenti in background, tra cui l'elenco delle impostazioni predefinite o personalizzate per i siti, le sottoscrizioni, le estrazioni, i flussi e le informazioni su runtime e processi.

 

Un grazie alla community di Tableau!

 

Non ce la faremmo senza di voi. Ogni giorno ci date nuove ispirazioni e rendete possibile ogni nuova versione con la vostra collaborazione e il vostro supporto. La vostra esperienza preziosa, la dedizione e passione nell'utilizzare i dati per risolvere i problemi ci motiva a introdurre in Tableau nuove funzionalità migliorate e questa release non fa eccezione.

Nel Forum delle idee puoi trovare tutte le funzionalità inserite grazie ai brillanti suggerimenti degli utenti come te. E non dimenticare di eseguire l'upgrade di Tableau all'ultima versione per iniziare subito a utilizzare tutte le nuove funzionalità.

Iscriviti al nostro blog