Il WWF ravviva la sua opera di conservazione attraverso i dati e collega oltre 7000 dipendenti nella sua rete globale con Tableau


Nelle visualizzazioni il vero impatto della conservazione della natura
I dati dei progetti accorpati da 80 sedi globali
Un'unica dashboard invece di 40 fogli di calcolo

Fondato nel 1961, il WWF è la più grande organizzazione indipendente mondiale per la conservazione della natura. I suoi sforzi attuali per invertire la perdita di biodiversità a livello globale entro il 2030 sono incentrati su nove aree principali: fauna selvatica, oceani, foreste, acqua dolce, clima ed energia, alimentazione, finanza, governance e mercati. Il WWF ha adottato Tableau per accorpare, coordinare e analizzare le grandi moli di dati generate dalle 80 sedi sparse in tutto il mondo, migliorando le decisioni prese a ogni livello dell'organizzazione. L'analisi intuitiva e le potenti visualizzazioni di Tableau hanno in più rianimato i dati dei progetti mirati alla conservazione, oltre a dare prova dell'impatto su scala mondiale dell'operato del WWF ai suoi 5 milioni di sostenitori.

Dimostrare l'impatto positivo della conservazione con i dati

L'attività di analisi del WWF consiste in gran parte nel dimostrare come i progetti di conservazione attivi stiano avendo l'effetto positivo desiderato. Prima di adottare Tableau, era estremamente difficile ottenere questi risultati in modo accattivante.

"Anche se un progetto si era concluso positivamente, comunicare i risultati usando presentazioni PowerPoint e fogli di calcolo Excel non era così coinvolgente", afferma Samuel Harper, Head of Global Business Systems presso il WWF. "E poi, l'analisi manuale dei fogli di calcolo è talmente complessa che molti dei report stilati erano già obsoleti prima ancora di essere completati."

Oggi, Samuel e il suo team si avvalgono delle visualizzazioni di Tableau per animare i dati dei progetti e illustrare l'operato rivoluzionario del WWF a favore della conservazione.

"Le straordinarie funzionalità di Tableau per l'analisi e la presentazione dei dati ci permettono di creare visualizzazioni molto accattivanti che comunicano il vero impatto del nostro lavoro nel mondo", dichiara Samuel. "Molte delle nostre visualizzazioni sono collegate a dati live, così chi le osserva può interagire con i dati in tempo reale, nel modo che ritiene opportuno."

Samuel e il suo team hanno anche usato la funzionalità integrata di Tableau per creare una serie di modelli, tavolozze e font ufficiali del WWF. Così facendo è stato possibile uniformare la procedura di creazione sia a livello interno che esterno, con un tocco di professionalità in più che ha reso i report dell'organizzazione immediatamente riconoscibili.

"Non importa cosa stiamo monitorando - la produzione mondiale di olio di palma, le quote di pesca in Kenya o gli avvistamenti di orche lungo le coste dell'Alaska: Tableau ci permette di visualizzare i dati nel modo più accattivante e incisivo possibile", conclude Samuel.

Non importa cosa stiamo monitorando - la produzione mondiale di olio di palma, le quote di pesca in Kenya o gli avvistamenti di orche lungo le coste dell'Alaska: Tableau ci permette di visualizzare i dati nel modo più accattivante e incisivo possibile.

Collegare un team globale tramite un'unica piattaforma dati

La crescita del WWF nel tempo è stata accompagnata da un ampliamento del suo raggio d'azione globale. Oggi l'organizzazione conta oltre 7000 dipendenti e una rete associata di 80 sedi in tutto il mondo. Con un personale così variegato, coordinare i dati generati e tenere tutti collegati è una sfida continua.

Prima di Tableau, il Global Insight Team del WWF utilizzava report basati su fogli di calcolo Excel e l'analisi in Qlikview per la maggior parte delle attività di coordinamento e analisi dei dati. Tuttavia, questo approccio dipendeva fortemente dalla regolare comunicazione di dati attendibili da parte dei team di progetto globali, cosa che non era sempre possibile. Inoltre, l'analisi manuale dei fogli di calcolo era talmente complessa e il modello di licenza di Qlikview così restrittivo che questo modo di lavorare si è rivelato subito insostenibile.

"I dipendenti del WWF sono dislocati in una vasta area geografica", spiega Samuel. "Per lavorare nel modo più efficiente possibile, tutti devono poter accedere rapidamente alle risorse di business intelligence e analisi dei dati più recenti. Il modello esistente semplicemente non ci permetteva di fornire queste funzionalità in modo scalabile."

Dopo il passaggio a Tableau, l'intera organizzazione è stata connessa per la prima volta tramite un'unica piattaforma di intelligence centralizzata, facile da usare e accessibile 24 ore su 24. Non solo è stato più semplice collaborare e condividere dati nell'intera rete del WWF, ma si è potuto anche fare a meno dei silos di dati locali, lasciando i team liberi di inserire i dati dei progetti locali direttamente nella piattaforma. Tutto ciò si è tradotto, per i dirigenti, in un quadro molto più chiaro delle attività in corso nel mondo, portando a un migliore processo decisionale e revisioni più accurate dei fondi.

"È tutto disponibile in Tableau, perciò tutti possiamo beneficiare di analisi globali più efficienti da condividere", afferma Samuel.

Le straordinarie funzionalità di Tableau per l'analisi e la presentazione dei dati ci permettono di creare visualizzazioni molto accattivanti che comunicano il vero impatto del nostro lavoro nel mondo.

Ottimizzare analisi e report nell'intera organizzazione

Oggi Tableau è la piattaforma preferita per svariate attività interne, tra cui l'analisi dei canali social, il monitoraggio delle campagne di marketing diretto, i report della rete e globali. I dati vengono aggiornati ogni giorno, di conseguenza tutti i dipendenti lavorano con le stesse informazioni e in pratica non si verificano più errori causati da dati duplicati.

"Da quando usiamo Tableau, i report basati sui fogli di calcolo sono solo un vecchio ricordo", ammette Samuel. "Tableau non solo è molto più accattivante, ma con una visualizzazione possiamo comunicare le stesse informazioni che prima richiedevano dai 30 ai 40 fogli di calcolo Excel."

Molti dei report creati con Tableau sono completamente automatici, così Samuel e il suo team possono concentrarsi su un'analisi più strategica per l'organizzazione, invece di dover aggiornare e gestire sempre gli stessi aspetti.

"Finché il WWF continuerà a basarsi sui dati concreti, Tableau sarà uno dei pilastri della nostre attività di analisi globale", conclude Samuel. "Non solo ci ha aiutato a fare a meno dei silos interni e a mettere in collegamento i nostri dipendenti sparsi nel mondo, ha anche rianimato la nostra opera di conservazione permettendoci di lavorare in modo più intelligente e incisivo che mai."

Da quando usiamo Tableau, i report basati sui fogli di calcolo sono solo un vecchio ricordo. Tableau non solo è molto più accattivante, ma con una visualizzazione possiamo comunicare le stesse informazioni che prima richiedevano dai 30 ai 40 fogli di calcolo Excel.