Ci siamo. Sono iniziati i preparativi per l'Iron Viz ed è arrivato il momento di perfezionare le abilità per lo scontro finale. Per chi non lo sapesse, l'Iron Viz è un concorso di visualizzazione dei dati che prevede una serie di gironi di qualificazione, ciascuno con un tema diverso. I vincitori passano alla fase finale, che si disputa dal vivo in occasione della Tableau Conference o della Tableau Conference Europe.

L'Iron Viz può intimidire... ma non c'è motivo di preoccuparsi. Anche se confrontarsi su un palco non è tra i tuoi obiettivi, la partecipazione ai gironi di qualificazione offre un'ottima opportunità per migliorare le capacità di visualizzazione dei dati e per costruire il proprio "portfolio reale" su Tableau Public. Prepararsi all'Iron Viz è un po' come allenarsi per una grande gara sportiva. Richiede preparazione mentale e fisica, ma in fin dei conti è gratificante e decisamente divertente.

Per avere qualche suggerimento sull'Iron Viz dai professionisti, ho intervistato gli ex partecipanti Timothy Vermeiren (campione nel 2018 alla Tableau Conference) e Sarah Bartlett (finalista nel 2018 alla TC Europe) a proposito delle risorse che considerano indispensabili per migliorare le capacità di visualizzazione dei dati a livello di progettazione, narrazione e analisi. Ecco una guida pronta all'uso che ti aiuterà a migliorare nel percorso verso l'Iron Viz:

Nutri i tuoi pensieri con questi libri sui dati

I libri sono perfetti per approfondire la teoria della visualizzazione dei dati, la storia e le best practice. Timothy e Sarah hanno affermato che i libri sono tra le loro risorse preferite per rafforzare le conoscenze relative alla visualizzazione dei dati. Per iniziare, consulta questo elenco di libri sulla visualizzazione dei dati o sfoglia alcuni dei titoli preferiti di Sarah e Timothy:

  1. L'arte funzionale e L'arte del vero di Alberto Cairo: "I libri di Alberto Cairo sono utilissimi per apprendere i principi della progettazione, una competenza fondamentale nel mondo della visualizzazione dei dati." — Sarah Bartlett
  2. Storytelling with Data di Cole Nussbaumer Knaflic: "Il titolo dice proprio tutto. Ma le risorse sul blog e nel libro sono esempi eccellenti di narrazione." — Sarah Bartlett

    “Il libro di Cole parla di come rendere i dati un punto fondamentale della propria storia: riesce a chiarire e spiegare l'argomento in diversi contesti e per diverse forme di comunicazione." — Timothy Vermeiren

  3. Dear Data di Giorgia Lupi e Stefanie Posavec: "Dear Data descrive e illustra un anno di comunicazioni settimanali tra le autrici. I messaggi sono costituiti da una serie di visualizzazioni di dati rigorosamente disegnate a mano su delle cartoline che si sono inviate reciprocamente a proposito di vari argomenti quotidiani: novità, delusioni, risate, auguri... un po' di tutto. Ogni cartolina racconta una storia coinvolgente, per capire e immaginare." — Timothy Vermeiren
  4. The Big Book of Dashboards di Steve Wexler, Jeffrey Shaffer e Andy Cotgreave: “Steve Wexler, Jeffrey Shaffer e Andy Cotgreave hanno riunito 28 dashboard aziendali evidenziando gli aspetti positivi e negativi della progettazione funzionale. Espongono i modi e i motivi per cui sono stati progettati in un certo modo, spiegando al lettore tutto l'essenziale su ciò che rende le funzionalità della progettazione idonee a qualsiasi situazione del mondo reale." — Timothy Vermeiren

Metti in movimento i muscoli dei tuoi dati, con le sfide della community

Sarah suggerisce di partecipare alle sfide della community nel corso di tutto l'anno, per rimanere allenati e prepararsi alle finali. In rete si possono trovare moltissime sfide legate alla visualizzazione dei dati; ecco alcune di quelle più in vista:

  1. Storytelling with Data Challenge: "Autrice di un libro intitolato allo stesso modo, Cole Nussbaumer Knaflic, organizza ogni mese una Storytelling With Data Challenge. Tutti i mesi propone un tema diverso e i partecipanti hanno una settimana di tempo per reperire i dati, creare la loro visualizzazione, condividerla e inserire commenti. La sfida più recente prevedeva di creare una viz per spiegare visivamente la varianza. Tenendo conto del proprio lavoro, richiede però di prestare attenzione anche agli aspetti narrativi. Cole fornisce anche dei feedback, se si aggiunge l'hashtag #swdchallenge.”
    — Sarah Bartlett
  2. IronQuest: "Partecipare per la prima volta alle qualificazioni dell'Iron Viz può risultare piuttosto scoraggiante. L'IronQuest ha l'obiettivo di aiutare i partecipanti a reperire i propri dati e a visualizzare un tema specifico attraverso la partecipazione, con la speranza che riescano ad affrontare meglio le qualificazioni e accedere con più fiducia alle finali dell'Iron Viz." — Sarah Bartlett
  3. Makeover Monday e Workout Wednesday: “Makeover Monday e Workout Wednesday sono risorse eccellenti per la community. Semplicemente seguendo quello che fanno gli altri e guardando come espongono le loro storie si può imparare moltissimo. Partecipare a progetti come questi è utile per prepararsi non solo all'analisi ma anche agli aspetti della progettazione e della narrazione che verranno valutati in occasione dell'Iron Viz."
    — Sarah Bartlett

Trova il tuo ritmo, con esempi di analisi, narrazione e progettazione

Panico da foglio bianco? Magari potresti aiutarti con degli esempi, per avere una guida. Guarda le gallerie della community di Tableau, con l'elenco dei vincitori dell'Iron Viz, o segui altre competizioni come Information is Beautiful. Ecco alcuni suggerimenti per iniziare:

  1. Galleria delle viz dei vincitori delle edizioni precedenti: "Osserva i vincitori delle edizioni precedenti per trovare l'ispirazione. Alcune delle mie visualizzazioni preferite dell'Iron Viz si ispirano a quelle di Shine Pulikathara e di Corey Jones. Il lavoro presentato da Shine Pulikathara alla finale dell'Iron Viz del 2015 mi ha colpito moltissimo. Ha esposto una storia ben strutturata, partendo da una prospettiva personale. La sua forza emotiva emerge immediatamente. La proposta presentata da Corey Jones all'Iron Viz del 2018 sul tema della salute e del benessere, intitolata "In cerca di oasi nei deserti alimentari", si legge come una storia e ha una tipica struttura con introduzione, corpo (altamente visivo e interattivo) e conclusione. L'invito all'azione, nella parte finale, è un suggerimento molto chiaro e concreto." — Timothy Vermeiren

  2. Progetto Data Beats: “Rob Radburn e Chris Love intrecciano la narrazione e le scoperte ricavate dall'analisi, proprio come nel data journalism. Espongono poi i contenuti integrandoli con piccoli grafici e immagini facili da seguire." — Sarah Bartlett
  3. Il premio Information is Beautiful di Kantar: "Seguendo i candidati delle edizioni precedenti ci si può fare un'idea di quello che hanno considerato "una buona progettazione". Aggiungono contenuti ricavati ovunque, compresi gli articoli di giornale. Alcune delle loro visualizzazioni sono semplicemente straordinarie." — Sarah Bartlett

Tieniti in forma con i suggerimenti dei blog di Tableau

I blog espongono pillole di conoscenza in modo chiaro, a cura di brillanti professionisti del campo dei dati e dell'analisi dei dati. A proposito dei blog sulla visualizzazione dei dati, Timothy ha affermato: "La community di Tableau è straordinaria, da questo punto di vista! Ci sono tantissimi blog pubblicati da persone con svariati livelli di competenza, compresi i principianti assoluti, che descrivono il loro percorso in Tableau."

Puoi trovare un elenco dei blogger di Tableau nella sezione mensile Best of the Tableau Web sul blog di Tableau. Timothy consiglia anche di dare un'occhiata a questa lista di elenchi delle visualizzazioni del 2018, "per trovare l'ispirazione dal punto di vista estetico."

Visita il sito dell'Iron Viz per ulteriori informazioni sul concorso, comprese le regole ufficiali, il programma dei gironi di qualificazione dell'Iron Viz e una galleria delle visualizzazioni vincitrici.